Racconti perduti

wxp (10).JPG

Granelli di sabbia
dispersi dal vento
raggi di sole sfiorano
sensazioni dimenticate
il tempo nasconde
ciò che l’occhio non vede
racconti perduti
fra la sabbia e la neve

Un uomo seduto
che guarda lontano
un bambino gioca
ha un piccolo fiore, nella sua mano
una lacrima riga, il volto del vecchio
ma gli occhi riabbassa
sul suo giornale
scacciando un ricordo
che fa troppo male

un soldato tornato
da un lungo viaggio
davanti ha una porta, che sa di passato
in mano un pacco
giallo, un po’ stropicciato
lettere che parlano di amore e dolore
parole infinite che straziano il cuore
si ferma, sospira, qualcosa lo trattiene
racconti perduti
fra la sabbia e la neve

una madre che fugge
non si guarda mai indietro
figura fiabesca, sognata… svilita
inesorabili sequenze, eventi
mai vissuti dimorano la mente
seppelliti, calpestati, recisi
solo una lacrima
per una donna senza volto
lacrima di ghiaccio concessa dall’odio
il tempo nasconde
ciò che il cuore non vede
racconti perduti
fra la pioggia e la cenere.

Racconti perdutiultima modifica: 2011-12-05T14:34:09+01:00da dontoria
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento